Bere acqua calda e limone a digiuno fa davvero bene? Come ti smonto il falso mito

Gli esperti hanno sostengono che non apporti nessun beneficio accertato, anzi piuttosto qualche rischio per stomaco e denti

Bere acqua calda e limone a digiuno fa davvero bene? Come ti smonto il falso mito
TiscaliNews

L'abitudine di bere acqua tiepida e limone appena svegli al mattino a stomaco vuoto non sarebbe poi così salutare. Non esistono infatti evidenze scientifiche che faccia dimagrire o “attivi” il metabolismo. Al contrario, rischia piuttosto di irritare o peggio danneggiare lo stomaco, e potrebbe perfino danneggiare lo smalto dei denti.

Benefici soltanto presunti

Come scrive anche Today.it, i benefici dell'acqua e limone sono soltanto presunti: nessuna proprietà alcalinizzante, nessun potere di depurare da tossine e scorie in eccesso, idem per le proprietà drenanti e quelle capaci di accelerare il nostro metabolismo (facendo quindi dimagrire). Tutto falso secondo gli esperti, tra i quali c'è da annoverare anche Rujuta Diwekar, una delle nutrizioniste più seguite al mondo con più di un milione di libri venduti e tradotti in 7 lingue, vincitrice del “Nutrition Award” dell'Istituto Asiatico di Gastroenterologia.

I rischi

Vero è che il limone contiene tanta vitamina C, ma se il succo di limone, pure diluito in acqua calda, viene bevuto a stomaco vuoto c’è il rischio concreto di irritare lo stomaco. L'acido citrico provoca infatti un immediato aumento dell'acidità, abbassando il Ph e a lungo andare capace di scatenare effetti negativi anche su individui sani. Peggio ancora, quindi, se l'acqua e il limone vengono ingeriti da persone che già soffrono di problemi gastrici, come la gastrite o simili.

Un pericolo per i denti

Altro mito da sfatare è quello del potere alcalinizzante. Non è affatto reale, e vale per tutti i prodotti di cui viene decantata tale proprietà: il nostro organismo infatti, per sua stessa natura, mantiene il Ph ematico (e quindi del sangue) sempre a 7,4. Infine, i rischi di un'assunzione prolungata di acqua e limone possono danneggiare anche la bocca, e sempre a causa dell'acido citrico che è dannoso per lo smalto dei denti.

Rischio erosione

Walmsley, consulente scientifico della British Dental Association, evidenzia che un certo numero di studi dimostrano che più acida è una bevanda, tanto più si erodono i denti, sottolineando che il succo di limone è particolarmente dannoso, specialmente se combinato con l'acqua calda. "Il succo di limone ha un pH compreso tra 2 e 3 è quindi molto acido. La temperatura dell'acqua può esacerbare questo effetto, perché l'erosione è più grave a temperature più alte" spiega infatti Walmsley. "Il limone in acqua calda può essere un buon modo di assumere vitamina C, ma può creare problemi ai denti- aggiunge Nigel Carter, direttore esecutivo della British Dental Health Foundation- il problema è l'acidità della bevanda che, se assunta regolarmente, porterà ad un ammorbidimento ed erosione della superficie dello smalto del dente". Nigel specifica anche che "i dentisti stanno osservando un aumento del fenomeno dell'erosione dentale dovuto principalmente alle bevande gassate acide". Per ridurre gli effetti negativi, il consiglio è bere con una cannuccia in modo che il liquido bypassi i denti, oppure assumerlo tutto in una volta.