logo tiscali tv

Che cosa sono gli esosomi, l’ultima grande novità contro l’invecchiamento cutaneo

Il dottor Maurizio Otti spiega la funzione delle microparticelle capaci di un enorme potere antiinfiammatorio, ma soprattutto antiossidante e rigenerante

Leggi più veloce

Come molti altri prodotti nel campo della medicina estetica e rigenerativa, anche in questo caso parliamo di una novità proveniente dall’Oriente, ed in particolare dalla Corea del Sud, dove la ricerca scientifica è da anni orientata in maniera assidua nella medicina rigenerativa ed anti-invecchiamento.

Gli esososmi

Dalla Corea arrivano quindi anche da noi gli Esosomi, delle microparticelle capaci di un enorme potere antiinfiammatorio, ma soprattutto antiossidante e rigenerante. L’aspetto davvero rivoluzionario degli esosomi sta nel fatto che sono microparticelle in grado di attraversare la barriera cutanea e quindi non hanno bisogno di essere iniettati, ma vanno applicati topicamente a livello del viso, del collo e del decolleté, dopo un blando trattamento che elimina lo strato corneo presente sulla cute, come un soft-peeling o un laser CO2 frazionato o una procedura di needling.

L'efficacia

In 24 ore è dimostrato come gli esosomi attraversano la barriera cutanea iniziando ad manifestare le loro potenzialità; i primi risultati si sono ottenuti nei pazienti con problematiche infiammatorie croniche come l’acne, ma le sorprese sono arrivate valutando la loro capacità antiossidante  e rigenerante la cute, riscrivendo quindi le regole della medicina anti-invecchiamento. Infine si sono viste e dimostrate notevoli capacità nel correggere le iperpigmentazioni cutanee, grazie al loro potere schiarente e alla capacità di ridurre la produzione di melanina.

Si consiglia dio solito una seduta ogni 3 settimane, per cicli di trattamento da valutare da un paziente all’altro.

20/02/2024