logo tiscali tv

Vittoria Belvedere, l'ultima fiction in Tv 10 anni fa: "Perché per me non c'è più spazio"

Nel mondo dello spettacolo, scegliere di diventare madre, può essere rischioso. La conferma arriva da Vittoria Belvedere. L’attrice, che di successi e riconoscimenti professionali ne ha avuti tanti, da quando ha scelto di dedicarsi con maggior impegno alla crescita dei propri figli non riesce più a lavorare in Tv. La sua ultima fiction, “Un caso di coscienza”, risale al lontano 2013. Dall’epoca più nulla. I motivi ha provato a spiegarli lei stessa in un'intervista a La Stampa: “È stato un insieme di cose. Io ho tre figli: Lorenzo, di 22 anni, Emma di 18 e Niccolò di 13. Le prime due gravidanze non le avevo programmate: quando arrivarono, ero ancora sotto contratto, quindi a quattro mesi dal parto ero già di nuovo sul set. Finii per perdermi un pezzo di vita dei miei figli. Con Niccolò ho voluto quindi fare una scelta diversa: mi sono presa un anno sabbatico e questo mi ha penalizzato. In tv funziona così: fintanto che sei in video, come attrice o ospite nei talk, esisti. Altrimenti…”. La frase non viene completata, ma non è difficile immaginare cosa accade quando si sceglie l’opzione 2, semplicemente si sparisce.

Ma Vittoria non è scomparsa nel nulla

In qualche modo ha trovato una propria dimensione, nel teatro. “La recitazione mi ha aperto il mondo, meraviglioso, dei musical: ho imparato a cantare e ballare. Inoltre se in tv ho esordito con ruoli drammatici, dove interpretavo la ragazzina viziata e ribelle, qui ho avuto la possibilità di misurarmi con la commedia: mi piace l’idea di poter scrollarmi di dosso l’immagine della donna algida ed eterea perché in realtà io sono molto più buffa, una sorta di Pierina della situazione”. Ma quella scelta di cuore lei la farebbe ancora, senza esitare. “Ero consapevole delle eventuali conseguenze", ha ammesso nell'intervista a La Stampa. "Inoltre mi è sempre pesato partecipare ai festival e ai party: questo ‘dover esserci’ fa parte del gioco e, appunto, se non giochi alla fine resti in panchina. Certo, oggi mi farebbe piacere recitare in una serie tv ma quello che sto facendo mi sta comunque appagando: riuscire a riempire, ogni sera da dieci anni, il teatro è una grande soddisfazione”.

Le avances ricevute anche da Weinstein

Belvedere ha trovato il suo nuovo posto sul palcoscenico, dove è reduce del successo della pièce Bloccati dalla neve. L’attrice ha parlato anche della condizione della donna nel mondo dello spettacolo, spiegando di aver affrontato più di una volta delle situazioni mortificanti. Lei, come altre sue colleghe, ha ricevuto molte avances non sempre gradite. “Anche, indirettamente, da Weinstein: alcuni suoi assistenti mi proposero di andare a cena per fare dei film con lui. Rifiutai. Come dicevo, non sono mai stata ambiziosa: se fallivo un provino, semplicemente passavo a quello dopo. Forse anche per questo mi veniva quasi facile dire ‘no’: non mi interessava l’offerta. È gravissimo sentirsi dire, come a volte mi è successo, che per fare carriera bisogna concedersi. Io ho sempre rifiutato ma resta l’ingiustizia. Per fortuna, grazie al #metoo, la situazione sta cambiando”.

22/06/2023