logo tiscali tv

Caos Rai, la clamorosa marcia indietro su Flavio Insinna e "L'Eredità": la risposta piccata di Pino Insegno

Di cosa parliamo? Dell'ultima voce giornalistica che vedrebbe la sostituzione alla conduzione dell'Eredità di Pino Insegno con il vecchio conduttore, Flavio Insinna

Caos Rai la clamorosa marcia indietro su Flavio Insinna e LEredità la risposta piccata di Pino Insegno
di Redazione

Leggi più veloce

Chi vorrebbe rischiare di abbassare la share de L’Eredità, con Pino nsegno? In Viale Mazzini tremano alla sola idea. 

Parole in libertà di qualcuno.... Non ce la faccio più a sentirvi”. Lo ha dichiarato Pino Insegno che ha voluto smentire le indiscrezioni apparse sul Corriere della Sera.

Di cosa parliamo? Dell'ultima voce giornalistica che vedrebbe una clamorosa retromarcia in quelli che erano i palinsesti Rai annunciati a luglio e cioè la sostituzione alla conduzione dell'Eredità di Pino Insegno con il vecchio conduttore, Flavio Insinna, che ha già guidato per anni, con grande successo, il preserale di punta di Rai1.

La Rai aveva pensato a Pino Insegno che, dopo il ritorno con Il Mercante in Fiera, programma che non riesce a decollare e che nonostante la versione vip continua a veleggiare intorno al 2% di share, avrebbe dovuto prendere il posto di Flavio Insinna a partire da gennaio 2024 su Rai 1. Ma a questo punto si teme un altro insuccesso. Ricordiamo anche un altro dettaglio: la Rai non può decidere da sola ma deve concordare le scelte con Banijay, che è proprietaria del format.

La risposta dell'ad Rai Roberto Sergio 

"Questa narrazione degli ascolti che vanno male è alimentata dai giornali e da fonti interne. Dobbiamo rivedere alcune cose ma nel complesso siamo soddisfatti. Ogni settimana la Rai ha centinaia di programmi e ci stiamo focalizzando su 4 o 5 di questi”. E ha poi concluso: “Abbiamo avuto 15 giorni per fare il palinsesto. E abbiamo fatto delle scommesse come quella di Fiorello, un successo straordinario”.

Foto Ansa/Instagram


Altri ritorni in Rai

Intanto per gennaio si attende il ritorno di Massimo Giletti a viale Mazzini. E anche Renzo Arbore e Giovanni Minoli sarebbero, secondo il 'Corriere della sera', sulla strada del ritorno in Rai.  n questi giorni, poi, si parla anche dell'ipotesi di Alessandro Baricco con un programma culturale al posto di Corrado Augias (anche lui scappato dalla Rai meloniana).

 

 

08/11/2023