logo tiscali tv

Valentina Lodovini: "Non sono riservata ma proprio omertosa". E sulla questione femminile la sua ricetta è unica

L'attrice toscana è in Sardegna come madrina dell'Andaras Film Festival: "Ho avuto la fortuna di essere cresciuta in un ambiente che non ha mai fatto distinzione tra uomo e donna. Penso che etichettandoci non raggiungeremo mai l'uguaglianza"

Leggi più veloce

"Grazie per questo Festival necessario. Abbiamo bisogno di questa connessione con la natura ma soprattutto con noi stessi. Ringrazio gli organizzatori come attrice, donna e cittadina".

L'eclettica Valentina Lodovini, attrice di teatro, cinema, presentatrice in TV, vincitrice di un David di Donatello e un Nastro d'argento, è in questi giorni in Sardegna come presidente di giuria della quinta edizione di Andaras Traveling Film Festival ‘Viaggiare leggeri’ .
Si tratta di concorso estivo sul cinema corto di viaggio, che torna anche quest'anno con grandi ospiti, nuove location e un programma ricco di novità, all’insegna della leggerezza e della essenzialità 

Il festival si svolge dall’11 al 15 luglio 2023 lungo la selvaggia e suggestiva ‘Costa delle Miniere’  in Sardegna, nei comuni di Fluminimaggiore e Buggerru e - per la prima volta - a Iglesias nella meravigliosa location di Porto Flavia.

Viaggiare leggeri

“Viaggiare Leggeri” - titolo di questa edizione - è un invito alla libertà di muoversi senza restrizioni, portando con sé solo l’essenziale, lasciando a casa quel peso che ci inchioda a un presente a volte troppo minaccioso.
Per cinque serate, al tramonto, gli incontri con artisti, attori, fotografi, film-maker, reporter, manager, precedono le proiezioni dei film in gara, in uno scambio continuo di esperienze con chi ha messo al centro del proprio percorso artistico il tema del viaggio.
Una formula che ha convinto l'attrice toscana a partecipare nel ruolo di giurata d’eccezione.

"Il mio amore per la Sardegna è risaputo"

Poco tempo fa sui social aveva dichiarato: “It’s a wrap! Una terra magica. Orizzonti che aprono il cuore e il sacro che sussurra negli elementi. Sardegna sei bellissima e io ti amo”.
Recentemente Lodovini era nelle sale con un film sempre girato in Sardegna dal titolo La terra delle donne della regista Marisa Vallone e prodotto da Fidela Film.

"Ho fatto questo film perché mi piaceva recitare il personaggio di Marianna, una donna che ancora non avevo incontrato nella mia professione. Mi interessava la sua ossessione per la maternità".

Il film è ambientato in Sardegna, negli anni ’30 e ’60, e racconta l’emancipazione femminile in un’epoca fortemente condizionata dalla tradizione, dai pregiudizi e dagli abusi cui erano sottoposte le donne in quel periodo.

E quando le chiediamo un commento sulla questione femminile, ci ferma subito:

"Io non la vivo così, ho avuto la fortuna di essere cresciuta in un ambiente che non ha mai fatto distinzione tra uomo e donna per questo non faccio mai neppure io una distinzione. Ma vivo nella realtà e so che purtroppo per le donne le opportunità sono diverse, ma io penso che etichettandoci non raggiungeremo mai l'uguaglianza".

Di Lodovini come donna si sa pochissimo. "Preferisco raccontarmi attraverso i personaggi. Il mistero in questo lavoro è un valore", ride e precisa "Non sono riservata ma proprio omertosa".

13/07/2023