logo tiscali tv

Teresa Guccini come Fedez: il sangue che le ha restituito la vita e la corsa alle donazioni

Teresa Guccini, figlia del noto cantante, ispirata dalla storia di Fedez, racconta di quando ha rischiato di morire dando alla luce il suo piccolo Pietro

Foto Ansa e instagram @teresa_guccini_

 

 

 

di Redazione

Leggi più veloce

Di sangue si è parlato tantissimo in questi giorni, di sangue che riporta alla vita per la precisione.

FEDEZ

Fedez è appena uscito dall'ospedale dopo che un'emorragia interna lo ha privato delle forze portandogli l'emoglobina a valori bassissimi. "Mi hanno salvato due trasfusioni" ha raccontato il cantante. Qualcuno che generosamente ha donato il suo sangue per poter far fronte a situazioni come la sua, donatori senza i quali quelle persone ricoverate non tornerebbero più a casa loro a stringere le mani di chi li ama.

L'EMERGENZA SANGUE

E di sangue è sempre emergenza, non basta mai. Lo sanno bene i malati di anemia mediterranea che dovrebbero ricevere le trasfusioni ogni due settimane circa ma spesso gli viene chiesto di aspettare "Perché non ce n'è abbastanza". E allora chi è più forte, chi sopporta meglio la fatica si sacrifica e per dare la priorità a chi non si regge più in piedi.

TERESA GUCCINI

Oggi anche Teresa Guccini, unica figlia di Francesco Guccini, ha voluto parlare della sua esperienza che solo grazie a chi decide di donare non si è trasformata in tragedia.

"Questa foto è del 15 dicembre 22 ed è il momento esatto in cui sono ritornata molto provata in ostetricia dalla terapia intensiva e ho rivisto il mio Pietro arrivato dalla neonatologia un giorno dopo la sua nascita. - Ha raccontato Teresa in un lungo post su instagram - Ero letteralmente distrutta e tratti senza memoria. Scrivo queste righe ispirata da quanto accaduto a @fedez perché anche io senza i donatori di sangue non sarei qui a raccontare la mia storia ed è perciò doveroso ringraziarli."

La storia di Fedez ha dunque ispirato la 43enne che ha deciso anche lei di ringraziare chi le ha salvato la vita: "La mia è stata una gravidanza perfetta e ho fatto un parto naturale, eppure, quando ho espulso la placenta, ho avuto una emorragia gravissima stimata intorno ai 2200cc che mi ha fatto scendere l’emoglobina a 4. Avere l’emoglobina a 4 all’improvviso (il minimo è 12) significa essere ad un passo dall’andarsene. Ci ho messo mesi a elaborare quanto accaduto perché nella gioia della nascita non ho pensato a me stessa. Sono stata portata immediatamente in sala operatoria e da lì non ricordo più nulla. Mi sono svegliata in rianimazione il giorno dopo immobilizzata e intubata e senza Pietro, confusa e senza sapere bene cosa fosse accaduto. È stato difficile ma senza 4 emotrasfusioni e la prontezza degli anestesisti, ostetrici, ginecologi e rianimatori non ce l’avrei fatta".

L'EFFETTO FEDEZ

Dopo l'esperienza Fedez ha deciso di ringraziare pubblicamente l'Avis che lo ha coinvolto in un appello. Così il rapper ha invitato tutti i suoi follower a donare attraverso le sue stories. 

L'effetto Fedez è stato immediato, i centralini sono impazziti "Con centinaia di persone in fila per donare il sangue" come ha dichiarato Avis Lombardia.

"Donare il sangue è fondamentale. - ha concluso Teresa Guccini - Ringrazio ancora tutto lo staff dell’ospedale e i donatori che mi hanno permesso di raccontarvelo".

 
09/10/2023