logo tiscali tv

Annalisa arriva terza ma si è già presa la rivincita: canta le sue fragilità e spiega la sua svolta sexy

Per quanto non ami essere definita la “reginetta delle hit”, sta di fatto che è la numero uno nel Belpaese e ce la invidiano pure all’estero

Leggi più veloce

Definita da tanti la Taylor Swift italiana e l’unica vera pop star internazionale made in Italy. Annalisa era data tra le papabili alla vittoria di questo festival. E' salita sul podio ma non ha vinto. La corona infatti è andata ad Angelina Mango e ormai ha fatto il giro del web il sorriso sconsolato proprio di Annalisa al momento della premiazione. Ma la rivincita è già presa. E' terza nella Top 50 Italia di Spotify dopo Mahmood e Geolier. Davanti proprio ad Angelina. Non solo, si è aggiudicata sempre nello streaming un'ottima posizione nella Classifica settimanale Fimi dei 100 singoli dove arriva seconda dopo il rapper napoletano. E udite udite, è quarta sempre davanti ad Angelina nella Top Songs Debut Global. 

Per quanto non ami essere definita la “reginetta delle hit”, sta di fatto che è la numero uno nel Belpaese e ce la invidiano pure all’estero. È bellissima, bravissima e pure laureata, in fisica. Ma un difetto lo ha? Imperfezioni o fragilità? Glielo abbiamo chiesto durante la conferenza stampa che precede la serata delle cover e lei ne ha approfittato per mostrare quelle debolezze che la ispirano e che la rendono più vicina al pubblico che la ama.

Foto Ansa e Instagram @naliannalisa

La libertà di essere fragile

“Io in realtà le fragilità le metto spesso nelle mie canzoni e la stessa ‘Sinceramente’ parla di momenti non solo luminosi ma anche pieni di ombre. Per me le fragilità sono una cosa importantissime e penso che senza i punti interrogativi e senza le ombre non possano nascere neanche le canzoni felici. Nasce tutto da una sorta di tormento interiore, che sia lieve o profondo. In ‘Sinceramente’ racconto anche questo: la necessità di coltivarsi uno spazio per gestire le fragilità. C’è bisogno di questa libertà in tutti propri modi di essere soprattutto in quelli meno felici. Perché sorridere e raccontare i moneti di gioia è bellissimo è emozionante ma è più facile. Raccontare che c’è anche il resto meno, ma c’è bisogno di ricordare che ognuno vive le proprie fragilità a suo modo. Io le gestisco con le canzoni, le metto tutte lì e quando vado in studio a scrivere, provo a superarle”. 

Annalisa prepara lo sbarco all'estero

Sinceramente è già stata tradotta in spagnolo. "L'estero? Ci stiamo lavorando – risponde ancora Annalisa - sono al settimo cielo, c'è entusiasmo. E' un momento meraviglioso, da accogliere immediatamente, stiamo lavorando agli adattamenti in altre lingue". 

"Non ho mai nascosto di essermi ispirata alla musica anni Ottanta, ora mi sento a casa, credo di aver trovato un equilibrio giusto tra le sonorità anni ottanta internazionali e la musica italiana", spiega la cantante di Savona. "Sono partita a fine 2022 con 'Bellissima', e avevo preannunciato che si sarebbe trattato di un percorso lungo in più episodi". E si commuove parlando del suo management: "Ci sto da dieci anni, mi trovo benissimo, sono famiglia". 

Reginetta delle hit

E sull'appellativo “reginetta delle hit” dice: "Non mi sta stretto perché le canzoni di successo peno siano comunque importanti. Magari 'reginetta dell'estate' è più limitativo, bisogna riuscire a trovare un equilibrio tra leggerezza e profondità, andare a più strati". Perché, sottolinea Annalisa, "credo che le canzoni pop abbiano questo valore: si insinuano in luoghi inaspettati, come un cavallo di Troia, e se deve arrivare un messaggio così arriva più lontano".

L’evoluzione e la svolta sexy

Era il 2010 quando Annalisa Scarrone fece il suo debutto televisivo alla scuola di "Amici". Quasi 15 anni dopo, con ben più di un Festival di Sanremo e un paio di hit di gran successo alle spalle, la cantante si è radicalmente trasformata. Da ragazza della porta Annalisa è diventata un simbolo di seduzione. Già in passato ha spiegato il motivo del suo cambiamento, come scrive DiLei: “È stato un percorso che è andato insieme a quello musicale. Mi sono guardata allo specchio, provando a capire i miei punti di forza. Ho lavorato su quelli con tenacia. Mi sono messa anche a dieta. Ho grande forza di volontà ma sono anche molto pigra. Inoltre non faccio attività fisica. Sto attenta a ciò che mangio ma devo essere anche felice. Ho quindi dei momenti in cui sto a stecchetto e altri in cui mi lascio andare. A volte leggo sui social che mi hanno fatta dimagrire. Ma chi? Sono come tutti e faccio del mio meglio”.

 

16/02/2024